La paura ai tempi del “non so”

Quando hai paura e non sai come affrontarla, appoggia la testa sul cuscino… e dormi! ma la paura al risveglio è ancora lì, non se ne è andata, il sonno non serve. Quando hai paura e non sai come affrontarla, scappa! ma , appena ti fermi, la paura è ancora lì, lo scappare non serve. Quando hai paura e non sai come affrontarla, cerca un appiglio che ti distragga, qualcosa che ti faccia pensare ad altro… Ma appena ti fermi , il sorriso si spegne e la paura fa capolino. Non funziona, la paura non t’abbandona. Allora ti rimetti a pensare, una soluzione vuoi trovare. Cerchi la rima per fare prima, scrivi di  getto sopra un blocchetto. La prima frase ti sembra banale, cancelli e riscrivi ma ti sembra uguale!  Pensi, sospiri, ti giri… Guardi e ti accorgi di mille colori, che mentre eri triste il tempo è volato, hai perso minuti del TUO tempo passato Nessuno ti  restituirà ciò che ti è sfuggito ma tu puoi lottare per prendere in faccia il presente e il futuro, ma cazzo… Poi c’è un pazzo che si mette a viaggiare e porta paura a tutto il palazzo. Che sfiga, che Rogna, che fogna… L’italiano medio, medio e il dito che non a caso serve per mandarti a…. Ma forse era meglio fare rima con… Sogna. L. E. B.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...